La notte ci avvolge

Passeggiavo solitario. I miei passi, come i miei pensieri, non mi erano mai sembrati così pesanti. Affannosi. Inquieti. Si rincorrevano nella mia testa. Facevo i conti con la mia vita. Come ogni sera.  Ogni fottuta sera quella strada non finiva mai. Ogni sera, io e i miei sensi di colpa prendevamo lo stesso ascensore. Dello stesso appartamento. E ci addormentavamo alla stessa ora.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...